Accordi bilaterali tra Italia e Serbia

Dopo la dissoluzione dell’Unione di Serbia e Montenegro nel 2006, la Repubblica di Serbia è succeduta a essa nella titolarità degli accordi internazionali sia bilaterali sia multilaterali. Seguono gli accordi bilaterali a oggi esistenti fra l’Italia e la Repubblica di Serbia.

Contattaci per una prima consulenza gratuita e senza impegno ⟹


Il 14 marzo 2017 il ministro degli affari esteri Angelino Alfano e l’omologo serbo Ivica Dacić hanno firmato un accordo di cooperazione fra i due ministeri in materia di istruzione bilingue.

Il 9 febbraio 2017 il ministro della giustizia Andrea Orlando e l’omologo serbo Nela Kuburović hanno sottoscritto, in una cerimonia tenuta presso la sede del governo serbo, due accordi bilaterali fra Serbia e Italia in campo giudiziario. Il primo documento è un accordo bilaterale in materia di estradizione, mentre il secondo è un accordo bilaterale in materia di cooperazione giudiziaria penale. I documenti si inseriscono nel quadro più generale regolato dalle convenzioni europee di estradizione e di assistenza giudiziaria in materia penale.

Il 16 novembre 2015 l’ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo e il ministro dell’educazione, della scienza e dello sviluppo tecnologico Srdjan Verbić hanno firmato presso la sede del Rettorato dell’Università di Belgrado il nuovo protocollo esecutivo di cooperazione scientifica e tecnologica bilaterale per il triennio 2016-2018.

Il 16 dicembre 2013 il ministro della difesa Mario Mauro ha firmato, a Belgrado, un accordo di collaborazione in materia di difesa con il collega serbo Nebojsa Rodić.

Il 15 ottobre 2013 si è svolto ad Ancona il Terzo Vertice Intergovernativo tra Italia e Serbia. Italia e Serbia hanno siglato quattro documenti incentrati sull’autotrasporto internazionale, sull’integrazione europea, sulla giustizia e sui servizi antidroga:
1. un accordo, siglato dai ministri degli esteri Emma Bonino e Ivan Mrkić, che riguarda in particolare la regolamentazione reciproca internazionale dei passeggeri e delle merci;
2. una dichiarazione di cooperazione fra i due dicasteri degli esteri nell’ambito dell’integrazione europea, siglata sempre dai ministri Bonino e Mrkić;
3. un memorandum sulla giustizia e la collaborazione alla lotta al crimine organizzato, firmato dai ministri della giustizia Anna Maria Cancellieri e Nikola Sekolavić;
4. un protocollo operativo per lo scambio di informazioni nella lotta al traffico di stupefacenti, siglato dal vicepremier Angelino Alfano e dal primo ministro e ministro dell’interno Ivica Dacić.

Il 9 luglio 2013 l’ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo e il ministro dell’educazione, della scienza e dello sviluppo tecnologico Zarko Obradović hanno firmato a Belgrado il primo protocollo esecutivo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Italia e Serbia.

L’8 marzo 2012 a Belgrado si è svolto il Secondo Vertice Intergovernativo tra Italia e Serbia. Questi gli accordi che sono stati firmati in quell’occasione:
1. Dichiarazione congiunta tra i ministeri dell’interno nella lotta alla criminalità organizzata, traffico illegale di stupefacenti, terrorismo internazionale, traffico di armi, migrazioni illegali e tratta di esseri umani (firma il ministro Cancellieri);
2. Memorandum di collaborazione in materia di protezione civile (firma il ministro Cancellieri su delega della Presidenza del Consiglio);
3. Protocollo tra i ministeri dell’agricoltura sullo sviluppo rurale e la qualità nel settore agricolo (firma il ministro Catania);
4. Annesso X al memorandum d’intesa sulla cooperazione in materia di protezione ambientale tra i ministeri dell’ambiente (firma il ministro Clini);
5. Memorandum d’intesa in materia di collaborazione informativa tra la Guardia di Finanza e la Polizia Fiscale Serba (firma il comandante generale Di Paolo);
6. Memorandum d’intesa in materia di cooperazione per l’integrazione della Serbia nell’Unione Europea.

Il 25 ottobre 2011 è stato firmato a Roma l’accordo sulla cooperazione in materia energetica.

Il 13-14 luglio 2011 è stato firmato a Belgrado l’accordo di reciprocità in materia di conversione delle patenti di guida mediante scambio di note.

Il 21 dicembre 2009 è stato firmato a Roma l’accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Italia e Serbia.

Il 13 novembre 2009 si è svolto a Roma il Primo Vertice Intergovernativo tra Italia e Serbia, nel corso del quale sono stati firmati i seguenti accordi:
1. dichiarazione congiunta sullo stabilimento di un partenariato strategico tra Italia e Serbia;
2. accordo di cooperazione culturale e di istruzione tra Italia e Serbia;
3. protocollo di attuazione dell’accordo di riammissione delle persone in posizione irregolare tra i ministeri degli interni (in attuazione dell’art. 19 dell’accordo del 18 settembre 2007 tra la Comunità Europea e la Repubblica di Serbia sulla riammissione delle persone in posizione irregolare);
4. accordo per la formazione del personale presso gli enti militari dei ministeri della difesa di Italia e Serbia;
5. memorandum d’intesa per la cooperazione nel settore delle infrastrutture e dei trasporti;
6. accordo di produzione e cessione di energia da fonti rinnovabili e sviluppo delle reti;
7. accordo di mutuo riconoscimento delle garanzie delle origini dei sistemi di produzione delle energie rinnovabili;
8. dichiarazione congiunta sulla cooperazione in materia di protezione ambientale;
9. memorandum di intesa sulla cooperazione nel settore agricolo.

L’11 settembre 2006 è stato firmato a Belgrado un accordo bilaterale in materia di visti con cui sono state introdotte agevolazioni per alcune categorie di cittadini serbi in materia di rilascio di visti Schengen.

Richiedi Consulenza Personalizzata

Turismo e Impresa in Serbia.it è partner ufficiale di IANG – International Advising Network Group, società di consulenza italiana votata alla internazionalizzazione delle piccole e medie imprese. Contattaci se sei un imprenditore o il titolare di un’azienda interessata a investire o ad ampliare la propria attività in Serbia o, più in generale, all’estero. Bastano due minuti per compilare il form sottostante.
Ti contatteremo dall’Italia e in Italiano nelle prossime 24 ore.







I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

powered by:

Fonte: Ambasciata d’Italia a Belgrado