Kragujevac

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si trova al centro della Šumadija, distretto della Serbia Centrale di cui è anche capoluogo. Kragujevac ha conosciuto nel tempo alti e bassi: prima capitale della Serbia, poi danneggiata pesantemente durante i bombardamenti Nato del 1999. Ha quasi 180.000 abitanti ed è la quarta città più grande del Paese.


Centro economico di rilevanza storica, Kragujevac (cirillico: Крагујевац) è tuttora una delle città più importanti della Repubblica di Serbia. La fabbrica Fiat di recente installazione, dentro la quale si produce la 500L, ha reso nota la città agli italiani. È stata capitale della Serbia nel 1818 per volere del Principe Miloš Obrenović: da allora prese forma la sua fisionomia metropolitana, grazie all’innalzamento di edifici, alla costruzione di strade pavimentate con selce e illuminate da lampade a petrolio, alla realizzazione di ponti e altre opere. Vi sorse una scuola elementare, un liceo, un’Università, un tribunale, un teatro, un ospedale militare.

03 - Kragujevac
01 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
01 - Kragujevac
02 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it

A Kragujevac furono stampati i primi giornali serbi mentre nasceva, nel 1853, la prima fonderia di cannoni, la Zastava, destinata poi a diventare un’importante industria di automobili. Qui, dopo il 1953, sono state costruite migliaia di vetture su licenza Fiat, come la Fića, costruita sul progetto della Fiat 600, e la mitica Yugo, una delle auto più vendute ai tempi della ex Jugoslavija (dal 1981 al 2000).
Durante la Prima Guerra Mondiale, la città ospitò il Comando Supremo. Qui vennero stabiliti i piani delle battaglie del Cer e di Kolubara (entrambe condotte e vinte dai serbi sull’esercito austro-ungarico), eventi che hanno contribuito a rendere famosa la strategia militare serba in tutta Europa.

02 - Kragujevac
03 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it

Ma fu la Seconda Guerra Mondiale a scrivere una delle pagine più tristi della storia cittadina: il 21 ottobre 1941 furono fucilati dai tedeschi nazisti circa tremila civili serbi, fra cui diversi studenti del Liceo. In loro memoria sorge oggi il complesso Memorijalni Park Šumarice (cirillico: Меморијални Парк Шумарице) con annesso il Museo del 21 ottobre (Muzej 21 Oktobar, cirillico: Музеј 21 Октобар), la cui visita è una tappa obbligata per chi si trova in città.
Altri monumenti di Kragujevac sono l’Amidžin Konak (cirillico: Амиджин Конак), complesso in stile orientale del principe Miloš, e il Konak Kneza Mihaila (cirillico: Конак Кнеза Михаила), maniero costruito nel 1860, oggi sedi entrambi del Museo Nazionale (Narodni Muzej, cirillico: Народни Музеј), con pezzi di storia locale e opere d’arte del XVII e XIX secolo.
In posizione adiacente si trova il Monumento ai Caduti della Šumadija (Spomenik Palim Šumadincima, cirillico: Споменик Палим Шумадинцима). Rilevanti sono la Chiesa Vecchia (Stara Crkva, cirillico: Стара Црква) la Chiesa Nuova (Nova Crkva, cirillico: Нова Црква) e la Gimnazija (cirillico: Гимназија), uno dei più importanti edifici scolastici, in stile neoclassico, del XIX secolo, del Paese.

xxx
04 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
xxx
05 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
xxx
06 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
xxx
07 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
xxx
08 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
xxx
09 – KRAGUJEVAC
Fai clic sull’immagine per ingrandire e leggere la didascalia.
Nital.it
  • 319
  •  
  •  
  •  
  •