Cosa serve per entrare in Serbia

Ciò che si deve sapere prima di intraprendere il viaggio verso la Serbia. Consigli e suggerimenti utili su cosa fare e come comportarsi una volta arrivati.* Qui una serie di informazioni pratiche su Belgrado e il suo aeroporto.


Per entrare nella Repubblica di Serbia, ai cittadini italiani non occorre il visto, ma è sufficiente il passaporto in corso di validità. Su questo, al momento dell’arrivo (e dell’uscita), viene apposto di solito un timbro d’ingresso (e d’uscita).
Dal 12 giugno 2010, tuttavia, i cittadini dei Paesi membri dell’Unione Europea possono entrare nella Repubblica di Serbia avvalendosi della sola carta di identità valida per l’espatrio (cartacea ed elettronica), per una permanenza massima di 90 giorni. Oltre tale termine è necessario richiedere un permesso di residenza temporaneo.
I cittadini italiani in possesso di carta di identità cartacea sulla quale sia stato apposto il timbro che notifica la proroga di validità fino a 10 anni dalla data di rilascio devono effettuare le opportune verifiche prima di partire o, a scanso di equivoci, rinnovare il documento. È inoltre opportuno verificare l’integrità fisica della carta di identità cartacea e la presenza del timbro a inchiostro congiunto alla firma dell’ufficiale (di solito il sindaco del comune di residenza) che l’ha emessa.

GUIDE TURISTICHE - SERBIA E BELGRADO
TITOLO: Belgrado e dintorni
AUTORE: Marco Vertovec
PAGINE: 224
EDITORE: Odós (Udine); marzo 2018 (2a edizione)
COLLANA: Versoest
LINGUA: italiano
Compralo su Amazon.it
La più completa e aggiornata guida di Belgrado. Alla scoperta di Belgrado attraverso passeggiate lente che permettono di conoscere le bellezze della città, dai luoghi più turistici e celebrati ai meno battuti e più intimi. I capitoli dedicati alle informazioni pratiche offrono un valido aiuto ai viaggiatori che vogliono scoprire la genuinità della cucina serba, il fascino senza tempo delle kafane, dei ristoranti più alla moda e dei locali più di tendenza. Utili indirizzi di hotel, bed and breakfast e ostelli indicano per ogni tasca la migliore sistemazione. Ampio spazio, infine, è dedicato a tracciare un esauriente quadro storico, politico, economico e culturale della Serbia, offrendo gli strumenti per comprendere l'intera nazione.
Belgrado e la SerbiaTITOLO: Belgrado e la Serbia
AUTORI: Piero Pasini, Marco Patrioli
PAGINE: 271
EDITORE: Edt; luglio 2017
COLLANA: Lonely Planet
LINGUA: italiano
Compralo su Amazon.it
"Fiumi maestosi, città effervescenti dove le culture s'incontrano e si confrontano e un mondo rurale dal fascino cinematografico: la Serbia regala emozioni intense, che si tratti di un trekking o di una notte tra le luci di Belgrado” (Piero Pasini, autore). Lonely Planet vi porterà nel cuore della Serbia con esperienze straordinarie e itinerari indimenticabili. Sarà il vostro passaporto per i consigli aggiornati su cosa vedere e cosa fare: godetevi la vivacità di Belgrado da un estremo all'altro, dalle antichità ottomane ai grattaceli di Novi Beograd, dai ritmi lenti di un caffè turco servito in una kafana ai balli sfrenati sugli zatteroni fluviali fino al mattino, dalla visita ai musei alle nuotate nella Sava. Passeggiate tra le stradine e le case della fiabesca Subotica, a nord della Serbia, scoprite il mondo delle comunità rurali sui pendii delle Alpi Dinariche, prendete il trenino Šargan Eight all'interno del Parco Nazionale di Tara, con la Bosnia a due passi e le Alpi che fanno da cornice, vi sembrerà di poter comprendere i Balcani. In questa guida esperienze straordinarie: foto suggestive, i consigli degli autori e la vera essenza dei luoghi. Gli strumenti e gli itinerari per pianificare il viaggio che preferisci. Scelte d’autore: i luoghi più famosi e quelli meno noti per rendere unico il tuo viaggio. Itinerari panoramici; il Danubio nel dettaglio; attività all’aperto; la cucina serba. Contiene: Belgrado, Vojvodina, Serbia occidentale e Šumadija, Serbia orientale e meridionale.
Belgrado - PonticelliTITOLO: Belgrado
AUTORI: Raffaele Ponticelli
PAGINE: 160
EDITORE: Morellini; aprile 2012
COLLANA: LowCost
LINGUA: italiano
Compralo su Amazon.it
Immortale è l'aggettivo adatto per descrivere il carattere della città di Belgrado. Più volte teatro di guerra nel Novecento, negli ultimi anni la capitale serba è riuscita a ricostruire e ripartire da capo, tornando a essere il centro culturale di primo livello che era stata nel passato. Pur restando nel cuore d'Europa, lì dove la Sava bacia il maestoso Danubio, l'Occidente si mescola incredibilmente con l'Oriente, dando origine una commistione di diverse religioni, culture e stili di vita che si sposano insieme creando un'atmosfera magica, affascinante, di non facile comprensione e, forse per questo, unica e meravigliosa. Incantevole di giorno, frenetica di notte, Belgrado stupisce per il suo patrimonio storico, per le sue bellezze naturali, per il calore della gente. Belgrado stupisce il visitatore e stupisce se stessa per la capacità di non arrendersi mai e di riscattarsi agli occhi dell'intero pianeta.
COME RAGGIUNGERE LA SERBIA
Per raggiungere la Serbia, si può scegliere di viaggiare:
In Aereo
In Auto
In Pullman

Come comportarsi una volta entrati in Serbia

Se si è ospiti di amici, è obbligatorio entro 24 ore dall’arrivo, registrare la propria presenza presso l’Ufficio di Polizia di quartiere, recandosi in compagnia del proprietario dell’abitazione di cui si è ospiti.
Nel caso in cui i pernottamenti siano previsti in albergo, la registrazione avviene automaticamente al momento del check-in. È buona abitudine conservare le ricevute di pagamento rilasciate all’atto del check-out (o del check-in), in modo da mostrarle, qualora richieste, nel momento in cui si lascia il paese.

OFFERTE BELGRADO IN TEMPO REALE:


Booking.com

Guida di autoveicoli con delega

Se si prevede di mettersi alla guida di un’autovettura di proprietà di un parente o di un amico serbo, è necessario recarsi presso l’Ufficio di Polizia di quartiere, in compagnia dello stesso, per farsi rilasciare una delega che autorizzi alla conduzione del mezzo. La pratica ha un costo di circa 10 € e abilita alla guida per un periodo di tempo illimitato.

Un caso particolare: l’ingresso in Serbia dal Kosovo

La dichiarazione di indipendenza del Kosovo, avvenuta il 17 febbraio 2008, non è tuttora riconosciuta dalla Serbia. Chi, dall’Italia, arriva direttamente in Kosovo, atterrando per esempio a Priština, non può recarsi direttamente in Serbia. Per farlo deve necessariamente passare attraverso uno degli stati confinanti, per esempio il Montenegro o la Macedonia.
IMPORTANTE: La polizia di frontiera serba non considera valido il timbro della Repubblica del Kosovo che le autorità di frontiera kosovare appongono sul passaporto dei visitatori al momento del loro ingresso in Kosovo. Un secondo timbro con la dicitura “NULL” viene infatti sovrapposto dalla polizia di frontiera serba. Nel passare direttamente dal Kosovo alla Serbia, si risulta quindi viaggiatori clandestini.

* verificare prima di partire le informazioni fornite in questa pagina presso gli organi competenti.