L’azienda tedesca Leoni aprirà il suo quarto stabilimento in Serbia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando Leoni, azienda tedesca leader nella produzione di cavi automobilistici, è arrivata in Serbia, occupava 750 lavoratori. Oggi la società impiega 5.770 persone e annuncia l’inaugurazione della sua quarta fabbrica.

Contenuto offerto in collaborazione con eastCOM consulting

Leoni ha stabilimenti di produzione in oltre 30 Paesi. In Serbia ne ha tre: a Prokuplje, Malošište e Niš. Come datore di lavoro principale nel comune di Prokuplje, l’azienda ha avuto un ruolo cruciale nel ridurre la disoccupazione. «Sin da quando è arrivata, il tasso di disoccupazione è sceso dal 43% al 24%», afferma Miroslav Paunović, Vicepresidente del Comune di Prokuplje.
Leoni opera in Serbia dal 2009: il primo stabilimento a essere aperto è stato quello di Prokuplje. Questo ha rappresentato anche uno dei primi investimenti di una società tedesca nell’industria automobilistica in Serbia.
Uno dei dipendenti di Leoni, Tatjana Kalicanin, afferma di essere molto soddisfatta del suo lavoro, che l’azienda le permette di svilupparsi professionalmente e che gli stipendi sono regolari.
«Ho iniziato a lavorare in Leoni otto anni fa alla linea di montaggio. Ora sono a capo dello spostamento, il che mi dà più sicurezza e reddito per la mia famiglia», racconta Maja Mitić.
Il principale produttore di cavi per auto, principalmente per BMW e Jaguar, impiega oggi 5.770 lavoratori in Serbia.
«L’azienda sta crescendo e si sta sviluppando in Serbia, con la tendenza a raggiungere il numero di 10mila dipendenti in futuro», afferma la Responsabile di produzione di Leoni Prokuplje, Aleksandra Pesić.


  • 276
  •  
  •  
  •  
  •